Notizie

Venerdì 5 ottobre 2018
CENA DI BENEFICENZA 
in collaborazione con Retiche Sky Tirano
ore 19:30 presso Salone Oratorio di Tirano

 

Bambini vittima dei bombardamenti di Aleppo - 2018

 La nostra Associazione ha deliberato di aiutare i bambini di Aleppo vittime dei bombardamenti della guerra civile siriana.
La tragedia di questo popolo vede ancora una volta protagonisti i bambini che vivono fra macerie e devastazione e che sono assistiti dalle suore missionarie della carità.
Il nostro aiuto vuole rappresentare un piccolo simbolo, un arcobaleno di pace che unisca la speranza dei malati di Turalei con il futuro dei bambini di Aleppo.

 


Republica del Sud Sudan – 2016 

Martedi 26.04.2016 è la data del ritorno di Mr. Machar in Juba e la sua contestuale nomina ufficiale a vicepresidente della repubblica. Nel dicembre 2013, inizio dei disordini interni, era fuggito dal SS e da allora gli scontri hanno portato più di 50.000 morti e 2.5 milioni di sfollati, interni e paesi confinanti. Un potenziale rischio di carestia alimentare per più di 4 milioni di persone. In uno stato con circa 10 milioni di persone si impone un grosso sforzo di aiuti internazionali.

 I motivi per cui il paese è in una drammatica situazione di difficoltà economica sono principalmente :

 -          calo del prezzo del greggio, risorsa naturale che genera circa il 95% del PIL.

 -          mancanza nella diversificazione di risorse di produzione per esempio, agricoltura.

 -          guerra interna che impedisce qualsiasi iniziativa postiva.


-           scelte politiche sbagliate.

 

-         spesa finanziaria per gli eserciti delle fazioni, incluso il costo di mercenari.

 

-          interruzione dell’istruzione.

 

-          poca fiducia delle organizzazione internazionali e negli investitori 

 

-          svalutazione  del South Sudanese pound del 200% negli ultimi mesi, con il potere di acquisto calato del 90% della moneta locale, e stipendi completamente insufficienti.

 

 Con la formazione del nuovo governo transitorio si spera che le attività di sviluppo e la fiducia degli organismi internazionali diano nuovo impulso al paese.
Il Mother Teresa General Hospital di Turalei è l’unico ospedale nello stato o contea del Twic, ( che conta una popolazione di 275.868), ed è anche punto di riferimento delle popolazioni degli stati vicini.  Dalla sua nascita è rimasto sempre aperto, anche nei momenti più difficili, e l’attività è costantemente aumentata, come dimostrano i seguenti numeri riferiti all’anno 2015.

-          Pazienti visitati  50756

-          Pazienti ricoverati  4314 di cui 2148 in età pediatrica.

 -         Interventi chirurgici  1209

-          Visite pre-natali  3502 donne

-          Parti  532 di cui 42 tagli cesari.

 

 La missione chirurgica del 2015 è stata nuovamente svolta dai medici Peter Taliente e Marcello Subrizzi; il numero ridotto di volontari è la conseguenza della situazione precaria in cui versa il paese.  La situazione generale dell’ospedale è buona, con un numero di personale locale ed espatriato sufficiente; c’è però il problema del personale sudanese in continuo ricambio per la ricerca di un salario più allettante  in quanto l’ospedale non può aumentare i suoi budgets. Quest’anno si è vissuto un momento economico molto pesante, e solo l’intervento della CEI ha scongiurato il peggio.  Per Terre Remote continua a dare il suo contributo, sia in termini finanziari che con l’invio di volontari.

 

 

  

MISSIONE MEDICA NOVEMBRE 2013

Alla missione medica dello scorso novembre 2013 hanno partecipato:

Peter Taliente; Alessandro Fugagnoli; Mirko Parravicini; Marcello Subrizzi; la laboratorista Cristina Lo Nigro.                

Il lavoro svolto è stato molto proficuo e comprendeva, come al solito, le varie attività specialistiche di medicina. Ancora una volta si è potuto verificare l'importanza sempre maggiore dell'ospeda di Turalei, riferimento per la contea e per  stati limitrofi. Il personale dell'ospedale è composto da espatriati, sorprattutto Kenioti. Philip Eltukon, l'anestesista, rappresenta ormai il punto di riferimento della struttura, sia per l'anzianità nel  nostro ospedale quanto per  le capacità profeesionali.                Del personale del Sud Sudan sono rimasti in pochi,  ma tutti ormai ben preparati. Capofila è senza dubbio Angelina, responsabile della sala operatoria, sempre attiva ed energica nonostante in questi giorni abbia avuto il secondo bimbo. L'ospedale dispone ormai di acqua corrente e di energia elettrica in tutti i locali  e per tutte le ore della notte. I tetti sono stati in parte modificati e adeguati. Il Bishop Macram ha programmato ulteriori interventi nella  stuttura.                 Con l'affluso di altri profughi dal Nord, Turalei si è ulteriormente ingrandita. Dal 15 dicembre 2013 è iniziata una faida interna, inizialmente limitata a Juba, che con il tempo si è estesa in più statu: Jongleri, Unity, Upper Nile. Ormai si parla apertamente di guerra etnica, che vede contrapposti i Dinka, riconducibili all'attuale presidente Salva Kirr, ai Nuer, che fanno capo all'ex vice-presidente Riek Machar deposto nell'agosto del 2013. Dal dicembre 2013 si calcola che vi siano stati più di 10.000 morti e un milione di sfollalti su una popolazione di 8 milioni! Le trattative di pace iniziate a Addis Abeba (Ethiopia) per ora sono state vane.Unity State è confinante con la contea di Twic, dove è ubicato l'ospedale di Turalei. Qui la situazione per ora è abbastanza calma. E' una zona strategica e l'ospedale assume ancora una volta un ruolo importante così come nella precedente guerra contro il Nord Sudan. Seguiamo attentamente gli sviluppui, anche per garantire la sicurezza del personale. A Novembre, se sarà possibile, vi sarà una nuova missione medica e anche quest'anno, per questa situazione politica e sociale, il gruppo sarà probabilmente ridotto.  

 

SPEDIZIONE TURALEI 2013

La spedizione 2013 ha avuto inizio il giorno 2 novembre e terminerà il 27 dello stesso mese. Perdurando la situazione politica e sociale ancora molto instabile e determinata da interessi di parte legati all'annosa problematica della gestione delle risorse, ovvero petrolio, anche quest'anno il gruppo dei volontari darà formato da un numero ristretto:

Peter Taliente, Marcello Subrizzi, Alessandro Fugagnoli e Mirco Parravicini.

Dalla Malpensa i volontari hanno raggiunto Turalei via Dubai. Ad attenderli un numero sempre maggiore di persone e pazienti in attesa da mesi. Si prevederanno giornate intensissime e senza pause per i nostri volontari

 

 

 

NOTIZIE IN BREVE

Il giornalista Roberto Pattarin nel libro che sta scrivendo dedicato al Sud Sudan citerà Peter e Resi per l'attività di Per Terre Remote dedicata alla costruzione dell'Ospedale di Turalei

Ringraziamo gli amici del The Society of St.Nicholas Eton College che hanno destinato a Per Terre Remote un contributo economico. Grazie di cuore!

 

NUOVA APPARECCHIATURA

Sono stati destinati da Per Terre Remote con l'ausilio di C.C.M. i fondi necessari all'acqusizione dell'apparecchiarura per anestesia sulla quale verrà applicata una targhetta in ricordo dell'amico Roberto Trecarichi

 

10 Maggio 2013 - Cena Sociale

Il prossimo 10 maggio alle ore 19.30 presso l'Oratorio di TIrano si terrà la tradizionale cena sociale.                   Se desideri partecipare contatta Sabrina, Luciano o Resy.                  

Come lo scorso anno ringraziamo per l'organizzazione gli amici di Retica Sky e l'Oratorio di Tirano.

 

dicembre 2012

Ciao Roberto ...

 

31 ottobre: INIZIA LA NUOVA AVVENTURA

Partirà il prossimo 31 ottobre la nuova spedizione in Turalei e si protarrà sino al 30 novembre. Per una serie di problematiche legate alla situazione politica ancora poco fluida nel Sud Sudan i volontari quest'anno saranno solo tre: Peter Taliente, Marcello Subrizzi e Alessandro Fugagnoli.                Seppur siglato fra le parti in causa un compromesso che sigilla una tregua che speriamo possa reggere il più a lungo possibile, le condizioni sono ancora critiche. Bande di delinquenti senza particolari connotazioni politiche entrano nei villaggi  seminando terrore e razziando più beni possibile. Questa situazione  impone una serie di misure di sicurezza quali il viaggiare internamente tentando di passare il più inosservati possibile, magari in gruppi di sole poche unità e con un unico veicolo stradale.                La partenza avverrà da Milano per Juba, città con status di capitale del Sud Sudan  dal giorno dell'indipendenza, con scalo in  Addis Abeba. 

 

Rapporto CCM 2011

Abbiamo pubblicato nella sezione Documenti il rapporto di C.C.M per l'anno 2011                   Vi invitiamo a visionarlo.

 

Cena sociale  -  11 maggio 2012

Venerdì 11 maggio alle ore 19.30 si terrà la tradizionale cena dei soci di Per Terre Remote Onlus.                 Quest'anno l'evento, coordinato dagli amici del Retica Ski Tirano, si terrà presso l'Oratorio di Tirano.               Per informazioni o prenotazione contattare Resi, Luciano o Roberto (vedi pagina consiglieri)

Confidiamo nella vostra partecipazione!

 

Assemblea dei soci - 24 febbraio 2012

Venerdì 24 febbraio 2012 alle ore 21 presso la sala Credito Valtellinese in Piazza Marinoni 23 - Tirano, si terrà l' Assemblea di Per Terre Remote onlus.         All'ordine del giorno sono stati inseriti i seguenti punti

-presentazione bilancio 2011 e situazione patrimoniale al 31.12.2011

-elezione nuovo direttivo

-illustrazione delle attività svolte nel 2011 (commenti e proiezioni diapositive)

-modifica atto costitutivo per ampliamento oggetto sociale, per accettazione eredità e legati e variazione definizione soci

Confidiamo nella vostra partecipazione!

 

 

Resoconto della spedizione novembre 2011

In un clima di forti tensioni, fra faide tribali e disordine politico, dissidi e violenti scontri, guerriglieri che devastano l'ospedale di Medici Senza Frontiere sottraendo tutto il possibile e pozzi sequestrati dal Nord per ritorsione nei confronti del Sud accusato di aver sospeso l'erogazione del petrolio, i nostri volontari hanno dovuto fare i conti anche con una serie di imprevisti logistici, primo di tutti la laboriosità nel raggiunge Turalei.         Il trasferimento in elicottero si è ininterrotto a circa 30 km dalla base, e la distanza mancante è stata ricoperta in circa tre ore di strada non certo agevole.         Le voci che circolavano prima della partenza, accompagnate da una certo scetticismo, riferivano di uno stato dell'ospedale sorprendentemente efficiente.         In effetti la vista di un ospedale ben organizzato e pulito, con una farmacia ordinata e precisa, ha contribuito immediatamente a sollevare il morale dei volontari. Vi erano parecchi ospiti presenti, tutti assistiti in maniera impeccabile. I volontari di M.S.F. avevano avuto l'idea di stendere una rete a protezione degli uccelli e nel contesto generale le voci entusiaste si sono rivelate corrette. I primi giorni si è notata una forte presenza di militari, che si è progressivamente ridotta nel corso dei giorni sino quasi a scomparirre

Il Vescovo ha iniziato a disporre i lavori per l'ultimazione dell'Ospedale completando la propria dimora e la casa delle suore. Queste non sono ancora giunte e si stanno ultimando i contatti per predisporre il loro arrivo. La zona sta assumendo uno spessore di importanza sempre più significativo, grazie al petrolio e alle città vicine che si stanno man mano popolando raccogliendo persone che arrivano da ogni angolo del Sud Sudan.

L'attività medica è andata molto bene. Oltre ai due chirurghi, sono state assunte quattro persone e un impiegato. Tutti hanno dettato un'ottima impressione, contribuendo a creare un bel clima propiziatorio per il lavoro dei nostri volontari. Il paese è ovviamente in fase di ricerca di una identità nazionale e il clima fa ben sperare per la costruzione di un equilibrio politico e sociale che possa determinare una convivenza pacifica fra tutte i gruppi etnici che popolano queste terre. Il nostro ospedale speriamo possa rivelarsi una viva testimonianza del progresso e della crescita di tutta l'area.

Ricordiamo i componenti del gruppo, iniziando dal nostro presidente Peter Taliente - chirurgo generale. Con lui Resi Boninchi (coordinatrice sanitaria), Alessandro Fugagnoli (pneumologo e medico polivalente), Laura Pruneri (infermiera professionale), Marcello Subrizzi ( infettivologo  di Cuneo) e Linda Natale (volontaria di Milano). Grazie a tutti quanti!

 

 

la nuova spedizione 2011

  Il 9 Luglio 2011, è stato proclamato il 54° stato Africano, Republic of South Sudan.

Il Sud Sudan ha finalmente ottenuto, dopo 50 anni di violenze e guerra civile, l'indipendenza dal Nord.

   La tanto agognata indipendenza è arrivata, ma sono arrivati i nuovi problemi da risolvere su tutto il territorio: costruzione delle infrastrutture e  formazione del personale per il funzionamento; progetti di sviluppo in tutti i settori, agricoltura, scuole, sanità, etc. . Arginare la corruzione che inevitabilmente viene alimentata dalle grosse somme di denaro che circoleranno.

Inoltre è ancora in definizione il confine tra il Sud e Nord, incluso la tanto contesa Abeyei, zona ricca di petrolio.

E' chiaro che l'impegno prioritario riguarda il porre termine all'insicurezza che regna nel nuovo paese, alimentata dalle  faide inter-etniche del Sud Sudan e riprese dopo la fine della guerra tra il Nord e Sud.

Una strada in salita, ma l'obiettivo si sta realizzando: costruire un paese indipendente!

      Anche questo anno "Per Terre Remote" offre il suo contributo al nuovo stato, aiutando il CCM, NGO di Torino, a finanziare le spese del progetto ed il 30 Ottobre riparte la missione medica del gruppo di "Per Terre Remote".

Questa volta la definiamo missione medica, termine più appropriato visto che il nostro contributo è, ormai da qualche anno, indirizzato a tutte le branche principali della medicina, non solo chirurgiche. Inoltre continuiamo ad insistere sui corsi di aggiornamento per le infermiere "vecchie" organizzando latresì corsi didattici  per gli infermieri neo-assunti, puntando molto sui corsi pratici nelle corsie e sala operatoria.

Per le difficoltà logistiche nei trasporti ed negli alloggi per i volontari, il gruppo di partenti Valtellinesi sono in numero inferiore agli anni precedenti.

Il gruppo è composto da Peter Taliente - chirurgo generale. Resi Boninchi - coordinatrice sanitaria. Alessandro Fugagnoli -pneumologo e medico polivalente. Laura Pruneri - infermiera professionale.

Verranno altri due volontari Marcello Subrizzi - infettivologo  di Cuneo e Linda Natale - volontaria di Milano.

Il ritorno sarà per i primi di Dicembre.

 

 

dichiarazione redditi - cinque per mille

Ricordiamo che per sostenere le nostre attività basta indicare nelle dichiarazioni dei redditi il codice fiscale di Per Terre Remote-Onlus "92020150147" nell'apposito campo per la scelta dell'onlus.         Per maggiori informazioni clicca qui

 

11 febbraio 2011, assemblea di "Per Terre Remote Onlus"

Venerdì 11 febbraio  presso la sala del Credito Valtellinese in Tirano si terrà l'incontro annuale con tutti i simpatizzanti di Per Terre Remote, durante il quale verrà, tra l'altro, illustrata con foto e testimonianze l'esperienza delll'ultima spedizione in Turalei.

 

dicembre 2009 , Presepe vivente "La Tradizion" di Grosio

Il gruppo folcloristico "La Tradizion" di Grosio ha organizzato il tradizionale presepe vivente durante il quale sono state raccolte offerte per il nostro comitato.                 La manifestazione ha avuto un grande successo e pertanto un caloroso ringraziamento va alla comunità grosina, fiera delle proprie tradizioni e sempre attenta e generosa verso le attività di Per Terre Remote.

 

Nuova spedizione Turalei : 29 ottobre 2010

29 ottobre 2010: questa è la data fissata per la partenza.                 I volontari, che quest'anno sono:                 Peter Taliente, medico chirurgo                 Resi Boninchi, coordinatrice sanitaria                 Mirko Parravicini, medico pneumologo                 Anna Maria Simonelli, capo sala strumentista                 Martina Valmadre, infermiera professionale                 Lorenzo Baruffaldi, logista                 Marcello Sambrizzi, infettivologo                 Grazia Robustellini, volontaria

rimarranno a Turalei fino al 1 dicembre.

L'ospedale ormai è una realtà e gli ultimi lavori, consistenti nell'alloggio per il personale e nel blocco della sala operatoria, verranno completati dagli amici di "Sorriso per il  Sudan".               Il container contentente materiale di uso ospedaliero e per la popolazione, è già stato inviato e ormai possiamo dire che si entra nel vivo di questa nuova esperienza.                             Rispetto agli anni precedenti i volontari partiranno e torneranno insieme, senza scaglionare le partenze. Questo è dovuto alla situazione particolarmente critica che si sta creando nel Sud Sud. Infatti il 9 gennaio 2011 si terrà il referendum per l'autodetermiazione del Sud Sudan. Forti inquietudini ammantano di drammaticità questo storico evento che potrebbe dare l'indipendenza al Sud del Sudan, il quale sembra non essere ancora pronto ad affrontare una situazione che potrebbe sfociare in una guerra civile, visto i grandi interessi che intercorrono nel più grande stato africano.                               Il segretario di Stato Usa Clinton, chiamando a raccolta i leader sudanesi e internazionali, ha detto loro di impegnarsi maggiormente  per preparare meglio le elezioni. Il referendum è stato parte di un accordo di pace del 2005, da quando cioè si è posto fine a due decenni di cruento conflitto tra il nord e il sud ricco di petrolio. Il nord non è affatto ben disposto alla prospettiva di perdere la sua quota di proventi del petrolio del sud, e ha suggerito ai leader del sud di prepararsi a fare alcune concessioni con il nord, se vogliono stare certi di evitare altri anni guerra. Il Sud Sudan, ricco di petrolio e minerali, dove la maggior parte della popolazione è cristiana o segue le religioni tradizionali, è già semi-autonomo ed è gestito dai ribelli dell'ex SPLA ( sudan People's Liberation Army ) , che hanno combattuto i musulmani di lingua araba del nord fino al 2005.   E' chiaro che la sua indipendenza porterebbe ad un grande disiquilibrio nella regione, anche per quanto riguarda le questioni idriche, la cui disputa sulle acque del Nilo è anch'essa piena di insidie.

Per cui è ben paleseta la delicatezza di questo periodo storico del paese, e per i nostri volontari si determina la necessità di prendere alcune precauzioni quali il viaggiare insieme (a parte Resi che partirà qualche giorno prima) affrontando il viaggio interno in pieno giorno.               Una difficoltà in più (...e che genere di difficoltà!) per portare a termine il progetto di Per Terre Remote.

 

dichiarazione redditi - cinque per mille

Riguardo le scelte del cinque per mille da destinare ad enti o associazioni abbiamo avuto, per i redditi 2007, ben 274 contribuenti che hanno scelto di sostentenere la nostra attività indicando nelle dichiarazioni il codice fiscale di Per Terre Remote. Per i redditi 2008 le preferenze sono aumentate, arrivando a 333 contribuenti.                   Per il 2009 speriamo quindi di proseguire il trend positivo. Ricordiamo che basta semplicemente indicare il nostro fiscale                   "92020150147" nell'apposito campo per la scelta dell'onlus. 

 

18 marzo 2010, assemblea di "Per Terre Remote Onlus"

In una sala gremita di amici e simpatizzanti, si è tenuta l'annuale incontro dei soci e sostenitori di Per Terre Remote.                 L'occasione, oltre a consentire di vederci e salutarci, permette al Comitato di illustrare l'attività svolta nel corso del 2009 e quella programmata per il nuovo anno.

 

Turalei, ottobre - dicembre 2009         la nuova spedizione

Ecco la lista dei volontari impegnati nella nuova spedizione che inizierà il 26 ottobre:

Boninchi Maria Teresa - Coordinatrice Sanitaria         Partenza il 26.10.09 - Rientro il 9.12.09

Taliente Pietro - Medico Chirurgo         Partenza il 30.10.09 - Rientro il 9.12.09

Foppoli Mariapia - Ginecologa         Partenza il 30.10.09 - Rientro il 24.11.09

Pruneri Laura - Infermiera Professionale         Partenza il 30.11.09 - Rientro il 24.11.09

Valmadre Martina - Infermiera professionale         Partenza il 16.11.09 - Rientro il 9.12.09

Natale Linda - volontaria         Partenza il 16.11.09 - Rientro il 9.12.09

Belgrado Edoardo - Medico Chirurgo - della provincia di Torino         Partenza il 30.10.09 - Rientro il 24.11.09

Vinciguerra Augusto - Anestesista – della provincia di Roma         Partenza il 16.11.09 - Rientro il 9.12.09

 

 

Turalei,  attività ospedale - aggiornamento  ottobre 2009

Dal recente rapporto di Dr Menkalmu relativo al settembre scorso e agli ultimi tre trimestri risultano alcuni dati di rilievo:

L’Antenatal Clinic è in piena espansione grazie all’introduzione dell’ecografo e del laboratrorio clinico. Sarà presto l’unico servizio completo di ANC in tutto lo stato Warab. È gestito da infermieri locali in formazione sul lavoro sotto supervisione del personale qualificato espatriato.

I pazienti ambulatoriali esaminati giornalmente sono 49, con malaria, infezioni respiratorie e parassitosi intestinali come le più frequenti cause di malattia.

Il laboratorio è in funzione, ma il suo pieno servizio è programmato per l’ottobre 09 insieme a un servizio di ambulanza.

Il servizio di ostetricia ha eseguito 300 ANC, 150 parti assistiti e 20 cesarei negli ultimi tre trimestri (14 parti e 5 cesarei in settembre).

Reparto di chirurgia:                   700 operazioni (33 in settembre) con una mortalità < 1%

Formazione al personale locale:                   Tre corsi di aggiornamento in settembre

Ecografie: 180

Educazione sanitaria:                   10 sessioni in settembre

Ricoveri :140 ricoveri in settembre

Il Governo del Sud Sudan ha lanciato una campagna di eradicazione della poliomielite mediante vaccinazioni di massa presso diversi centri fissi, fra cui il nostro ospedale, e unità mobili. L’ospedale offre all’operazione due operatori locali, un tecnico di laboratorio e un autista.

Un’incontro di coordinazione tenutosi negli uffici amministrativi presieduto dal Commissario della Contea Twic, ha espresso piena soddisfazione al CCM per il lavoro fatto e per quello programmato.

Vi trasmettiamo, con soddisfazione, i dati di questa intensa attività dell’ospedale di Turalei, augurandovi una buona missione.                 Giuseppe Meo                 Valeria Pecchioni

Tirano, 20 ottobre 2009

Retiche Sky ha organizzato una cena sociale  presso la casa della famiglia Baruffaldi per salutare i volontari del prossimo viaggio in Turalei e per raccogliere un cospicuo sostegno per l'ospedale.

Mazzo, 17 ottobre 2009

Nel salone parrocchiale di Mazzo Valtellina si è svolto un incontro organizzato dalla associazione Amatia un incontro all'interno del quale abbiamo proiettato diapositive e illustrato i nostri progetti. Un ringraziamento anche al parroco don Giacomo che si è fatto promotore di una raccolta di fondi da devolvere al nostro comitato

Tirano, 15 ottobre 2009

L' associazione "Amazzoni" ha realizzato e offerto a "Per Terre Remote" del materiale che verrà utilizzato per i mercatini che appronteremo nei prossimi mesi di novembre e dicembre.               Un grazie di cuore per il sostegno.... e anche  per la bici regalataci che verrà utilizzata a Turalei!

Grosio, 18 luglio 2009

La manifestazione "La Corrida" organizzata il 17 luglio presso l'oratorio di Grosio ha avuto un riscontro di pubblico notevole e la raccolta di fondi per il nostro comitato è stata accolta con grande generosità dagli amici di Grosio.         Vogliamo ringraziare di cuore per questa ennesima dimostrazione di affetto.

Ardenno, 25 aprile 2009

La serata organizzata il giorno 25 aprile presso il ristorante La Brace per la raccolta di fondi per il nostro comitato ha avuto un buon successo e ha visto la partecipazione di circa 200 amici. Alla serata ha partecipato, esibendosi con successo, un gruppo strumentale etnico del Sudan

Sondrio, 26 marzo 2009

Per devolvere il 5 per mille a favore delle popolazioni in difficoltà di Turalei -Sud Sudan, apponi la tua firma insieme al codice fiscale di Per Terre Remote Onlus: 92020150147.                 Per informazioni clicca qui

Sondrio, 18 marzo 2009

Alle ore 20 presso il Ristorante Alle Torri in Albosaggia si terrà il conviviale mensile del Kiwanis Club Città di Sondrio che per l'occasione ospiterà i componenti del direttivo di Per Terre Remote.         Il Presidente del Kiwanis, Carlo Necchi, coadiuvato dal segretario Consuelo Bordignon, ha espresso da tempo il desiderio di organizzare questa serata all'interno della quale verranno proiettate le immagini relative all'ultima missione nel Sud Sudan dello scorso dicembre.         Le offerte verranno destinate al nostro comitato.

Tirano, 15 febbraio 2009

La serata del 13  presso l'Auditorium Trombini in Tirano ha avuto un ampio riscontro di pubblico (tutto esaurito).               I componenti della spedizione hanno avuto modo di testimonare e raccontare la loro intensa esperienza.

Tirano, 13 febbraio 2009

Alle ore 20,45 presso l'Auditorium Trombini in Tirano ci sarà un incontro pubblico nel quale i protagonisti della spedizione dello scorso novembre renderanno testimonianza dell'esperienza.             Prevista anche la proiezioni di diapositive scattate durante la missione.